ULTIMI ARTICOLI

Uno due micidiale e le leonesse veneziane ko

Lascia l’amaro in bocca il big match di oggi alle nostre ragazze, uscite sconfitte e con qualche rimpianto per quello che poteva essere e non è stato. Un Brescia determinato e ben messo in campo dal mister Bragantini esce vittorioso dal N. Rocco per 2-0 e sicuramente aver subito i due gol dopo appena otto minuti ha condizionato la gara delle leonesse veneziane. Il merito comunque è stato quello di aver reagito, ribattendo colpo su colpo senza mai mollare. Non è nostra consuetudine ma in questa occasione vogliano riportare l’articolo dell’ufficio stampa del Brescia che con molta imparzialità descrive esattamente l’andamento della partita.

#Un Brescia solido e combattivo esce dal campo dell’ostico Venezia con una vittoria per 2-0 che vale tantissimo: al di là della forza delle padrone di casa, finora imbattute in casa, i risultati degli altri campi (pareggio del Vicenza e sconfitta del Brixen) accorciano ulteriormente la classifica in testa, con le Leonesse ora seconde a -3 dalla vetta. I gol di Massussi e Barcella in avvio indirizzano la gara, gestita con pochi patemi d’animo nel prosieguo e con diverse occasioni da gol fallite nella ripresa per chiudere definitivamente i conti.

LA GARA – Mister Simone Bragantini schiera le Leonesse con il 3-4-3 col rombo a centrocampo: Cogoli in porta sostituisce l’acciaccata Meleddu; in difesa Parsani, Locatelli e Brevi, in mezzo il trio è formato da Barcella, Magri e Ghisi con Farina vertice alto; sulle fasce agiscono Massussi e Assoni con Pasquali punta avanzata. Arbitra il signor Colella di Rimini.
L’avvio di gara del Brescia è fulminante: aggressive, con la linea di pressione altissima che recupera diversi palloni per riproporre subito l’azione offensiva; al 7′ è 1-0 con Massussi che scarica in porta il pallone vagante in area respinto dalla difesa sul tentativo di Barcella intervenuta sul traversone di Assoni. Passa neanche un minuto e il Brescia raddoppia: dalla distanza Barcella col destro infila l’angolino dove Pinel non può arrivare. Il Venezia è squadra di livello, e non ci sta: al 10′ Tasso mette in mezzo un pallone pericoloso che però non trova una compagna pronta a ribadire in rete; sul ribaltamento d’azione Farina cerca la conclusione ma Pinel è attenta e para. Al 12′ ancora padrone di casa pericolose sugli sviluppi di un corner: si accende una mischia a due passi da Cogoli, ma Camilli non trova l’impatto col pallone e la difesa riesce a liberare. Al 18′ ci prova Zuanti dalla distanza, respinta di Cogoli. Al 21′ si fa vedere Pasquali: conclusione della giovane attaccante alta di poco. Al 26′ Brescia vicino al terzo gol: cross basso di Assoni sul quale interviene in scivolata un difensore del Venezia che per poco non commette autorete. Negli spazi il Venezia è pericoloso: al 33′ lancio in profondità per la corsa di Zuanti, che entra in area e calcia col sinistro, ma la sua conclusione incrociata esce di poco. Al 45′ Farina raccoglie il rinvio di Pinel uscita dall’area e va alla conclusione di prima intenzione, ma la stessa Pinel si ritrova il pallone dalle mani rientrando verso la porta. Nella ripresa Assoni, colpita duro a fine primo tempo, lascia il posto a Pedemonti e nel corso della prima parte della seconda frazione di gioco escono anche Barcella e Massussi per Previtali e Brayda. La gara si accende nuovamente a metà secondo tempo: al 23′ Tasso si infila nelle maglie della difesa del Brescia, entra in area e calcia, ma trova solamente la traversa col pallone che si perde sul fondo. Al 25′ risponde il Brescia con Pasquali che riceve il suggerimento di Brayda, ma la sua conclusione si perde alta sul fondo. Al 28′ Pasquali lascia il posto a Capelloni, che pochi secondi dopo lancia in profondità Brayda che entra in area e da posizione defilata non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Al 32′ ancora Brayda protagonista: riceve palla da Capelloni, anticipa l’intervento del difensore e calcia al volo, pallone respinto da Pinel. Sul rimbalzo ancora Brayda va al tiro ma la difesa respinge in angolo.#

L’INTERVISTA – Mister Simone Bragantini commenta così la vittoria contro la squadra che nel girone d’andata aveva imposto lo 0-0 al Brescia a Palazzolo: «Dobbiamo essere felici e contente per la vittoria, questi sono tre punti pesantissimi per il nostro cammino. Siamo a +2 rispetto al girone d’andata e oggi abbiamo incontrato una squadra che tranquillamente può essere paragonata alle prime. E’ stata una partita giocata ad alta intensità da due squadre che si sono affrontate a viso aperto. Per quanto ci riguarda, nei primi 15 minuti siamo state praticamente perfette, poi dobbiamo migliorare la gestione della partita perché a tratti abbiamo concesso delle occasioni che non possiamo concedere, ad una squadra come il Venezia a maggior ragione perché ha una fase offensiva davvero importante». In diverse occasioni la squadra è apparsa un po’ lunga sul campo, e il Venezia ha la capacità di ribaltare subito l’azione lanciando in profondità le sue attaccanti esterne, Zuanti e Tasso: “Il Venezia ha un modo di giocare molto verticale sulle punte, e inevitabilmente rompono la squadra in due. Dovevamo essere maggiormente consapevoli di questo e restare più compatte, anziché adeguarci a questa loro impostazione”

Venezia 0-2 Brescia
Venezia Pinel, Sabbadin, Zuanti, Camilli (25′ st Tosatto), Marangon, Baldassin, Tasso, Bellemo (31′ st Bortolato), Quaglio (15′ st Ruggiero), Dal Ben, Tonon (35′ st Centasso). (Berna, Roncato). Allenatore Di Rienzo
Brescia Cogoli, Parsani, Brevi, Magri (33′ st Verzeletti), Locatelli, Ghisi, Assoni (1′ st Pedemonti), Barcella (10′ st Previtali), Pasquali (28′ st Capelloni), Farina, Massussi (19′ st Brayda). (Meleddu, Madaschi, Belussi, Algisi). Allenatore Bragantini
Arbitro Colella di Rimini
Reti pt 7′ Massussi, 8′ Barcella
Note Ammonita Barcella

LEGGI ANCHE

Un grande Venezia strapazza il Trento

Tre gol nei secondi quarantacinque minuti alla quarta forza del campionato, tre punti pesanti che consentono alle nostre Leonesse di scavalcare lo stesso Trento, issarsi al quarto posto in classifica e mettersi in scia al Vicenza, oggi fermata sul pareggio dall’Unterland, il Brixen e il Brescia, sconfitto sorprendentemente in casa dal Gordige. Una prova maiuscola […]

Pareggio a reti bianche tra Venezia e Unterland Damen

Venezia FC – Unterland Damen 0-0 Subito un big match alla prima di campionato e non poteva che concludersi con un pareggio, visto l’equilibrio dei valori espressi in campo. Due squadre che saranno sicuramente tra le protagoniste della stagione, una più tecnica, le arancioneroverdi, l’altra più fisica. Anche memori delle due sconfitte subite l’anno scorso, […]