ULTIMI ARTICOLI

Una sconfitta amara dal sapore di vittoria.

Per spiegare questa sconfitta, vogliamo iniziare con le dichiarazioni di mister Alessandro de Bortoli.

“Non potremo mai sapere se restando undici contro undici avremmo vinto o perso 1 a 0…. ma dopo questa partita sono sicuro di una cosa. Ho venti ragazze che sono delle vere Leonesse. Rimaste in dieci dopo 8 minuti e subendo il gol del vantaggio vicentino due minuti dopo, la squadra non si è disunita assolutamente e ha continuato a fare il propio gioco. Come non bastasse sono rimaste in nove dopo 18 minuti del secondo tempo e nonostante tutto abbiamo rischiato anche di pareggiarla, non concedendo nessun tiro nello specchio della nostra porta per tutta la partita alle avversarie. Oggi le Leonesse hanno lottato con orgoglio e ognuna di loro lo hanno fatto per onorare la maglia e far vedere chi sono…. oggi hanno vinto loro, le Leonesse.”

Diciamo subito che leggendo il tabellino della gara salta all’occhio il conto delle sanzioni, sette ammonizioni e tre espulsioni. Per chi segue il calcio femminile sa che questi numeri non sono abituali, vista la correttezza e il fair play che contradistinguono le partite in rosa. Sgombriamo subito l’idea di una partita violenta, cattiva e diciamo invece che non è stata una delle migliori giornate dell’arbitro Carsenzuola della sezione di Legnano che forse non ha diretto con la lucidità necessaria. Non è nostro costume criticare gli arbitri o cercare alibi alle sconfitte, ma come sbagliano una giocata le nostre giocatrici oggi ha sbagliato l’arbitro la direzione della gara.

Detto ciò è stato un peccato, perchè si preannunciava un match vibrante e degno dei migliori derby, tra le capoliste vicentine e un Venezia in grande spolvero, deciso a portare a casa i tre punti per accorciare la classifica.

Da questa sconfitta si riparte con una certezza però. Le ragazze, se mai ce ne fosse stato bisogno, hanno avuto conferma di non essere seconde a nessuna e dopo questo match “sfortunato” vedremo ancora in campo di che pasta son fatte. Ne siamo sicuri!

VICENZA CF 1-0 VENEZIA FC

Marcatori: 10⁰ Yeboaa (VI)

Ammonite: Zuanti al 48⁰, Zandomenichi al 72⁰ e mister De Bortoli 49⁰ per il Venezia. De Vincenzi al 35⁰, Sossella 65⁰ per il Vicenza.

Espulse: Marangon 10⁰, Ruggiero ammonita al 61⁰ e 63⁰ per il Venezia. Carradore ammonita al 28⁰ e 73⁰ per il Vicenza.

Vicenza Calcio Femminile: Bianchi, Sossella, Missiaggia, Menon, Yeboaa, Carradore, Basso (86⁰ Pomi), Piovani, Dal Bianco (70⁰ Frighetto), Signori, De Vincenzi.

All. Dori. A disp.: Della Via, Pegoraro, Ferrati, Maddalena, Perobello

Venezia FC: Pinel, Baldassin, Sabbadin, Bellemo, Ruggiero, Zuanti, Marangon, Camilli (85⁰ Centasso), Dal Ben, Tasso (73⁰ Tonon), Zandomenichi.

All.: Alessandro de Bortoli. A disp.: Berna, Casarin, Bortolato, Quaglio, Celegato.

Arbitro: Carsenzuola (Legnano) Assistenti: Derito e Faccin (Schio)

LEGGI ANCHE

Coppa Italia. Alla Triestina il primo round

Passo falso delle Leonesse nel debutto stagionale contro la Triestina in Coppa Italia. Dopo un buon primo tempo con diverse occasioni da gol mancate, nella ripresa le veneziane passano in vantaggio al 14⁰ con un gol della neo acquisto Elisa Della Santa con una azione travolgente sulla destra conclusa con un secco diagonale che si […]

Premiazione a Mirano

PREMIATE IN MUNICIPIO LE CALCIATRICI MIRANESI DEL VENEZIA CAMPIONESSE D’ITALIA JUNIORES Questa mattina nel Municipio di Mirano l’Assessore alle Attività sportive Cristian Zara e la Presidente del Consiglio Comunale Renata Cibin hanno consegnato un riconoscimento dell’Amministrazione comunale alle giocatrici e all’allenatore miranesi della squadra di calcio A.S.D. Venezia Femminile che ha vinto il titolo di […]

Venezia FC – Unterland Damen 1-2

Brutta sconfitta delle veneziane in casa contro le altoatesine dell’Unterland. Le ragazze di mister Mauro Minio hanno avuto il torto di non segnare il secondo gol nel momento di maggior sforzo e pericolosità all’inizio del secondo tempo, dopo che avevano pareggiato l’iniziale vantaggio dell’Unterland. Invece un infortunio della difesa concedeva in contropiede l’1 a 2 […]